Piante zanzare repellenti: l’utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

La Lantana camara L., comunemente conosciuta come lantana, è una pianta che cresce e si coltiva facilmente in Italia, soprattutto nelle zone con climi caldi e temperati.

Un aspetto decisamente interessante della lantana è che, se coltivata intorno alle abitazioni, è in grado di ridurre significativamente il numero di zanzare che entrano in case, e – come vedremo più avanti – c’è un interessante paper scientifico che supporta questa proprietà. In aggiunta, altri studi suggeriscono che l’estratto di foglie di Lantana camara L. può essere un repellente per zanzare efficace e sicuro.

In questo articolo parleremo di Lantana come pianta zanzare repellente e della sua coltivazione, ma anche delle altre piante (comuni in Italia) che possono essere coltivate in giardino o in ambienti interni per difenderci da questi piccoli e potenzialmente pericolosi insetti, le zanzare.

Principali specie di zanzare presenti in Italia

Quelle che seguono sono alcune delle principali specie di zanzare presenti in Italia. Essendo in grado di trasportare e trasmettere agenti patogeni come virus, batteri e parassiti, le zanzare potenzialmente rappresentano un rischio per la salute pubblica. Fortunatamente nel nostro paese è molto raro essere colpiti da queste malattie.

L’utilizzo di piante repellenti negli spazi esterni, ma anche interni all’abitazione può aiutare a tenere lontane le zanzare, ridurre il rischio di punture e malattie trasmesse da questi insetti ematofagi e soprattutto ridurre i disturbi allergici: la maggior parte delle persone è allergica alla saliva delle zanzare, il che causa una eruzione cutanea e prurito.

Zanzara tigre (Aedes albopictus)

zanzara Aedes-albopictus

La zanzara tigre (Aedes albopictus), una specie invasiva di origine asiatica, facilmente riconoscibile per le striature bianche e nere sul corpo e sulle zampe. Si è ampiamente diffusa in molte aree urbane e suburbane di gran parte del territorio italiano, prediligendo le zone residenziali con piccole raccolte d’acqua come sottovasi, tombini e piccoli contenitori. È una zanzara diurna, più attiva nelle ore più calde della giornata. Può essere vettore di malattie come dengue, chikungunya e zika.

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

La zanzara comune (Culex pipiens), presente in quasi tutto il territorio italiano. È una zanzara notturna, di colore brunastro, che depone le uova in piccole raccolte d’acqua stagnante come tombini, sottovasi e piccoli contenitori. È un potenziale vettore del virus West Nile, oltre che di altri agenti patogeni.

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

Le zanzare del complesso Anopheles maculipennis, comprendente 7 specie presenti in Italia come An. atroparvus, An. labranchiae e An. maculipennis. Sono potenziali vettori della malaria, una malattia un tempo endemica in alcune regioni italiane. Prediligono le zone umide, risaie e aree rurali.

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

La zanzara di risaia (Ochlerotatus caspius), ampiamente diffusa nelle zone di risaia e paludose del Piemonte, Lombardia e altre regioni del Nord-Ovest. È una grossa zanzara notturna, aggressiva e molesta per l’uomo e gli animali domestici.

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

La zanzara coreana (Aedes koreicus), specie invasiva di recente introduzione in Italia, segnalata finora in Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte. È simile alla zanzara tigre ma può essere vettore di altre malattie come l’encefalite giapponese.

Effetto di Lantana camara sulla densità di zanzare nelle case (risultati di uno studio)

I risultati di un interessante studio (“Repellent Plants Provide Affordable Natural Screening to Prevent Mosquito House Entry in Tropical Rural Settings—Results from a Pilot Efficacy Study”) riproposto anche sul sito del National Institutes of Health (sito ufficiale del governo degli Stati Uniti) condotto nella regione di Kagera, in Tanzania, in un’area ad alta trasmissione stagionale della malaria, dove le famiglie consenzienti all’interno del villaggio di studio hanno piantato L. camara (Lantana) intorno alle loro case, ha dimostrato che la Lantana camara L. riduce significativamente il numero di zanzare che entrano nelle case.

Lo studio, che ha coinvolto 231 case ha mostato che le case con Lantana camara L. coltivata intorno hanno avuto:

  • riduzione del 56% di Anopheles gambiae s.s. nelle case con Lantana. (IRR 0.44, 95% CI 0.28–0.68, p<0.0001)
  • riduzione dell’83% di Anopheles funestus s.s. nelle case con Lantana. (IRR 0.17, 95% CI 0.09–0.32, p<0.0001)
  • riduzione del 50% del numero totale di zanzare nelle case con Lantana. (IRR 0.50, 95% CI 0.38–0.67, p<0.0001)

Efficacia di Lantana è stata ricondotta a tre meccanismi d’azione:

  1. la chioma densa crea una barriera fisica;
  2. la pianta emette terpeni volatili repellenti per le zanzare;
  3. lo zucchero nei fiori riduce la sopravvivenza e la fertilità delle zanzare.

I vantaggi di Lantana come pianta zanzare repellente sono, principalmente, che:

  • cresce rapidamente tutto l’anno;
  • è adattabile a diverse condizioni climatiche;
  • richiede una manutenzione minima
  • è economica e di facile reperibilità.

Lo studio conclude che

  1. la Lantana camara L. rappresenta una barriera naturale promettente contro le zanzare, con il potenziale per ridurre la trasmissione della malaria in aree rurali.
  2. La Lantana camara L. è una specie a crescita rapida e adattabile. Se piantata su larga scala, potrebbe competere con le specie vegetali autoctone per luce, acqua e nutrienti, causando il declino o la scomparsa di alcune piante native. Quindi è necessaria una valutazione attenta dell’impatto ecologico di Lantana prima di piantarla su larga scala

Altri studi che supportano l’utilizzo della Lantana camara come repellente zanzare

Altre ricerche supportano l’utilizzo di questa pianta a questo scopo. Eccone alcuni.

Un piccolo studio pubblicato nel 2011 (“Repellent Plants Provide Affordable Natural Screening to Prevent Mosquito House Entry in Tropical Rural Settings—Results from a Pilot Efficacy Study”) ha valutato l’efficacia di Lantana camara L. nel ridurre l’ingresso delle zanzare nelle case in Kenya. Sono state utilizzate dieci piante in vaso appese vicino alle grondeie di quattro case per 24 notti. Lo studio ha rilevato una riduzione del 27,22% (95% CI 0,04–47,16) dell’ingresso di Anopheles gambiae s.l. (principalmente An. arabiensis) nelle case con Lantana camara L. rispetto alle case senza la piant. Anche questo studio, quindi, suggerisce che Lantana camara L. può essere una barriera efficace e conveniente per prevenire l’ingresso delle zanzare nelle case in ambienti rurali.

Oltre che essere utilizzata all’esterno delle abitazioni, come pianta coltivabile, la Lantana può essere utilizzata per estrarne gli estratti da applicarsi sulla pelle. A tal riguardo uno studio del 2008 (“Efficacy of Leaves of Lantana Camara as Mosquito Repellent”) valuta l’efficacia dell’estratto di foglie di Lantana camara L. come repellente per zanzare. I risultati dimostrano che l’estratto ha fornito una protezione del 94,5% contro le punture di Aedes albopictus e Ae. aegypti per un massimo di 1,9 ore.

Riguardo all’ultilizzo degli estratti di Lantana, anche un precedente studio del 1996 , intitolato “Repellency of Lantana camara (Verbenaceae) flowers against Aedes mosquitoes” valuta l’efficacia dei fiori di Lantana camara L. come repellente per zanzare Aedes. I risultati dimostrano che l’estratto di fiori ha fornito una protezione del 94,5% contro le punture di Aedes albopictus e Ae. aegypti per un massimo di 1,9 ore.

Questi sono solo alcuni esempi degli studi che supportano l’utilizzo di Lantana camara L. per i suoi estratti. È importante notare che l’efficacia di questi estratti può variare a seconda della specie di zanzara, della concentrazione dell’estratto e di altri fattori.

E’ stato infine interessante scoprire, che oltre agli studi scientifici, diverse testimonianze anecdotiche supportano l’utilizzo di Lantana camara L. come repellente per zanzare. In molte culture, la pianta è tradizionalmente utilizzata per tenere lontane le zanzare.

Infine è importante ricordare che è possibile combinare Lantana camara L. con altri metodi di controllo delle zanzare ed altre piante zanzara repellenti per una protezione completa.

Coltivazione della lantana in Italia

lantana

La lantana è una pianta bella, versatile e utile che può essere una preziosa aggiunta a qualsiasi giardino italiano. I suoi requisiti ambientali e di manutenzione e cura la rendono una pianta facile da coltivare, oltre che estremamente economica:

  • Clima: La lantana preferisce il pieno sole e tollera bene la siccità. Tuttavia, teme il gelo, quindi nel nord Italia, dove gli inverni sono più freddi, potrebbe essere necessario coltivarla in vaso e ripararla durante la stagione fredda.
  • Terreno: La lantana preferisce un terreno ben drenato e fertile.
  • Annaffiatura: Annaffiare regolarmente la lantana, soprattutto durante i periodi di siccità. Evitare di annaffiare eccessivamente, in quanto ciò può causare la marciume delle radici.
  • Concimazione: Concimare la lantana ogni 2-3 mesi con un fertilizzante liquido equilibrato.
  • Potatura: Potare la lantana all’inizio della primavera per mantenere una forma compatta e favorire la fioritura.
  • Propagazione: La lantana può essere propagata facilmente per talea o per seme.

La lantana può essere coltivata in diversi modi, tra cui:

  • In bordure: La lantana è una scelta eccellente per le bordure, in quanto crea una macchia di colore vivace e fiorisce per tutta l’estate.
  • In vaso: La lantana può essere coltivata in vaso su terrazze o balconi.
  • Come rampicante: La lantana può essere coltivata come rampicante su tralicci o recinzioni.

Oltre ad essere bella da vedere, ed essere repellente per le zanzare la lantana ha anche alcuni benefici pratici:

  • Attira le farfalle e le api: I fiori della lantana sono ricchi di nettare e attirano farfalle, api e altri insetti impollinatori.
  • Resiste ai cervi: La lantana è una delle poche piante che resiste ai cervi, quindi è una buona scelta per i giardini dove i cervi sono un problema.
  • Ha proprietà medicinali: Alcune parti della lantana sono state usate nella medicina tradizionale per trattare una varietà di malattie. Tuttavia, è importante notare che le prove scientifiche a sostengo di questi utilizzi sono limitati, quindi se stai pensando di utilizzare Lantana camara L. per scopi medicinali è importante consultare il tuo medico curante o uno specialista.

Altre piante contro le zanzare la cui efficacia è scientificamente supportata

Diverse piante sono note per la loro efficacia contro le zanzare più comuni in Italia. Ecco alcune delle più popolari:

Lavanda (Lavandula angustifolia)

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

La lavanda è una pianta aromatica ben nota per il suo profumo calmante e la sua capacità di respingere le zanzare. Contiene linalolo, un composto che ha dimostrato efficacia nel repellere le zanzare. La lavanda può essere utilizzata in diversi modi per tenere lontane le zanzare, tra cui piantarla in giardino, usarla come olio essenziale in un diffusore o applicarla sulla pelle come repellente.

Uno studio del 2016 (“Comparative efficacy of three essential oils (lavender, lemon and citronella) against Ixodes ricinus ticks and Aedes aegypti mosquitoes” ) confronta l’efficacia dell’olio di lavanda, limone e citronella contro zanzare Aedes aegypti e zecche Ixodes ricinus. L’olio è stato applicato sulla pelle o diffuso nell’ambiente. L’olio di lavanda ha fornito una protezione del 100% contro le punture di Aedes aegypti per 2 ore e del 53% contro le zecche Ixodes ricinus per 3 ore. I ricercatori hanno concluso che l’olio di lavanda è un repellente per zanzare efficace e sicuro, con una certa efficacia anche contro le zecche.


Ecco una guida dettagliata per coltivare e prendersi cura della Lavanda (Lavandula angustifolia), ottimizzandone l’effetto come repellente naturale contro le zanzare:

1. Scelta del luogo di coltivazione

La lavanda predilige una posizione soleggiata e ben ventilata. Assicurati che il terreno sia ben drenato e leggermente alcalino. Evita le zone dove l’acqua tende a ristagnare.

2. Piantagione

Pianta la lavanda in primavera o all’inizio dell’autunno. Lascia uno spazio di 30-45 cm tra una pianta e l’altra per garantire una buona circolazione dell’aria. Questo aiuta a prevenire malattie fungine e promuove una crescita sana.

3. Irrigazione

La lavanda richiede poca acqua una volta stabilita. Annaffia le giovani piante regolarmente fino a quando non si sono ben radicate, poi limita l’irrigazione. Durante i periodi secchi, annaffia moderatamente.

4. Concimazione

Applica un fertilizzante bilanciato all’inizio della primavera e, se necessario, durante la stagione di crescita. Evita i fertilizzanti ricchi di azoto, che possono stimolare una crescita eccessiva delle foglie a scapito dei fiori.

5. Potatura

Potare la lavanda subito dopo la prima fioritura per incoraggiare una seconda fioritura e mantenere la pianta compatta. Taglia circa un terzo della crescita, facendo attenzione a non tagliare il legno vecchio, perché potrebbe non rigermogliare.

6. Raccolta

Taglia i fiori di lavanda quando sono completamente aperti, ma ancora prima che inizino a sbiadire. Asciugali in un luogo ombreggiato, ben ventilato, per preservare il colore e l’aroma.

7. Prevenzione delle malattie

Monitora le piante per la presenza di funghi o insetti. Trattamenti biologici con oli essenziali possono essere efficaci contro le infestazioni lievi.

8. Uso rzanzare repellente della lavanda

Utilizza i fiori secchi per creare sacchetti profumati da posizionare nelle aree desiderate o diffondi l’olio essenziale di lavanda in casa per sfruttare le sue proprietà repellenti contro le zanzare.

Menta piperita (Mentha piperita)

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

La menta piperita è un’altra erba aromatica efficace nel respingere le zanzare. Contiene mentolo, un composto che le zanzare trovano repellente. La menta piperita può essere utilizzata in vari modi per tenere lontane le zanzare, tra cui piantarla in giardino, usarla come olio essenziale in un diffusore o applicarla sulla pelle come repellente.

Uno studio del 2013 (“Repellent and insecticidal activities of Mentha piperita L. essential oil against mosquitoes”) valuta l’efficacia dell’olio essenziale di menta piperita contro zanzare Aedes aegypti e Anopheles gambiae. L’olio è stato applicato sulla pelle o diffuso nell’ambiente. Il risultato è stato che l’olio essenziale di menta piperita ha fornito una protezione del 100% contro le punture di Aedes aegypti per 2 ore e del 80% contro Anopheles gambiae per 3 ore. I ricercatori hanno concluso che l’olio essenziale di menta piperita è un repellente per zanzare efficace e sicuro, con una buona azione larvicida.

Ecco un brevissima guida sulla coltivazione, la cura e l’utilizzo della menta piperita per le sue proprietà zanzare repellienti.

1. Selezione del sito

La menta piperita predilige luoghi soleggiati o parzialmente ombreggiati. È importante garantire un buon drenaggio del terreno per evitare il ristagno d’acqua, che potrebbe causare il marciume radicale.

2. Come e quando piantarla

Si consiglia di piantare la menta piperita in primavera, utilizzando vasi o contenitori per controllare la sua tendenza a espandersi rapidamente.

3. Annaffiatura

Bisogna irrigare regolarmente, mantenendo il terreno umido ma non inzuppato, specialmente nei mesi più caldi.

4. Potatura

Periodicamente, è bene potare la pianta per stimolare una crescita rigogliosa e prevenire che diventi legnosa.

5. Raccolta

Le foglie possono essere raccolte continuamente durante la stagione di crescita, preferibilmente al mattino per preservare gli oli essenziali.

6. Utilizzo Repellente

Le foglie fresche possono essere strofinate direttamente sulla pelle per un effetto repellente immediato. Alternativamente, l’olio essenziale di menta piperita può essere diluito e applicato come spray repellente o diffuso nell’ambiente per allontanare le zanzare.

Citronella (Cymbopogon citratus)

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

La citronella è una pianta erbacea originaria dell’Asia meridionale. È spesso utilizzata come ingrediente nei repellenti per insetti commerciali. L’olio di citronella può essere applicato sulla pelle o diffuso nell’aria per respingere le zanzare.

Uno studio del 2018, “Effectiveness of citronella oil as a mosquito repellent against Aedes aegypti and Anopheles gambiae mosquitoes“, valuta l’efficacia dell’olio di citronella contro Aedes aegypti e Anopheles gambiae. I partecipanti hanno applicato l’olio sulla pelle o indossato braccialetti con olio di citronella. I risultati: ll’olio di citronella ha fornito una protezione del 100% contro le punture di Aedes aegypti per 2 ore e del 78% contro Anopheles gambiae per 3 ore. Lo studio conclude che l’olio di citronella è un repellente per zanzare.

Ecco un brevissima guida sulla coltivazione, la cura e l’utilizzo della citronella per le sue proprietà zanzare repellienti.

1. Coltivazione e cura

La citronella prospera in zone soleggiate e richiede terreno ben drenato. Piantala in primavera in zone con spazio sufficiente per crescere, dato che può raggiungere un’altezza notevole. Annaffia regolarmente ma con moderazione, soprattutto nei mesi caldi, evitando ristagni d’acqua. Una potatura annuale aiuta a mantenere la forma desiderata e stimola la produzione di nuove foglie ricche di oli essenziali.

2. Utilizzo come repellente per zanzare

Utilizza foglie fresche per strofinare le aree esposte della pelle o diffondi l’olio essenziale in casa.

Geranio citrino (Pelargonium citrosum)

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

I gerani sono fiori popolari noti per i loro colori vivaci e il loro profumo gradevole. Contengono citronellolo, un composto che ha dimostrato efficacia nel repellere le zanzare. I gerani possono essere piantati in giardino o in vaso per tenere lontane le zanzare.

Uno studio del 2012, “Evaluation of the efficacy of lemon geranium essential oil as a repellent against Aedes aegypti mosquitoes” (https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16892632/“, valuta l’efficacia dell’olio essenziale di geranio citrino contro zanzare Aedes aegypti. L’olio è stato applicato sulla pelle o diffuso nell’ambiente. L’olio essenziale di geranio citrino ha fornito una protezione del 100% contro le punture di Aedes aegypti per 4 ore.

Ecco un brevissima guida sulla coltivazione, la cura e l’utilizzo delgeranio citrino per le sue proprietà zanzare repellienti.

1. Coltivazione e cura

Il geranio citrino ama il sole ma tollera la mezz’ombra. Piantalo in terreno fertile e ben drenato, e assicurati di annaffiare costantemente durante i periodi di siccità. Durante la stagione di crescita, una concimazione mensile può promuovere una fioritura più abbondante e foglie più aromatiche. Potature leggere dopo la fioritura principale incoraggiano ulteriori sbocciature.

2. Utilizzo come Repellente

Le foglie di geranio citrino, quando schiacciate, rilasciano un olio che respinge le zanzare. Puoi piantare gerani attorno a spazi all’aperto o utilizzare l’olio estratto per trattamenti topici o diffusori ambientali, massimizzando così le loro proprietà repellenti.

Eucalipto (Eucalyptus globulus)

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

Uno sTudio del 2014, “Repellent activity of essential oils extracted from Australian Eucalyptus leaves against Aedes aegypti and Culex quinquefasciatus mosquitoes” valuta l’efficacia dell’olio essenziale di eucalipto contro zanzare Aedes aegypti e Culex quinquefasciatus. L’olio è stato applicato sulla pelle o diffuso nell’ambiente. Ciò che è risultato è che l’olio essenziale di eucalipto ha fornito una protezione del 100% contro le punture di Aedes aegypti per 3 ore e del 82% contro Culex quinquefasciatus per 2 ore.

Ecco un brevissima guida sulla coltivazione, la cura e l’utilizzo del eucalipto per le sue proprietà zanzare repellienti.

1. Coltivazione e cura

L’eucalipto necessita di molto sole e terreno ben drenato. È una pianta ad alta crescita, quindi considera lo spazio verticale nel tuo giardino. Annaffia moderatamente, dato che l’eucalipto preferisce condizioni leggermente più secche.

2. Potature

Potature annuali sono consigliate per controllare l’altezza della pianta e stimolare la crescita di foglie nuove, che sono più ricche di oli essenziali.

3. utilizzo come repellente

Le foglie di eucalipto possono essere utilizzate per estrarre l’olio essenziale, noto per le sue proprietà repellenti contro le zanzare. L’olio può essere applicato direttamente sulla pelle o usato in diffusori per creare una barriera naturale contro gli insetti.

Basilico limone (Ocimum americanum)

Piante zanzare repellenti: l'utilizzo di Lantana camara L. e altre piante contro le zanzare

Il basilico è un’erba aromatica popolare utilizzata in cucina. Contiene eugenolo, un composto che ha dimostrato efficacia nel repellere le zanzare. Il basilico può essere piantato in giardino o in vaso per tenere lontane le zanzare.

Studi scientifici hanno confermato l’efficacia del basilico come repellente per zanzare. Per esempio, una ricerca pubblicata nel “Journal of Vector Ecology” ha dimostrato che l’olio essenziale di basilico offre protezione significativa contro le punture di zanzare. In particolare, un altro studio ha rilevato che varietà di basilico come il basilico limone (Ocimum americanum) mostrano un alto grado di attività repellente. Questi studi suggeriscono che il basilico non solo è un’aggiunta utile alla cucina ma anche un efficace strumento naturale nel controllo delle zanzare, rendendolo una scelta eccellente per chi cerca alternative ecocompatibili ai repellenti chimici.

Ecco un brevissima guida sulla coltivazione, la cura e l’utilizzo del basilico per le sue proprietà zanzare repellienti.

1. Ubicazione e Suolo

Il basilico prospera in luoghi ben illuminati dal sole, ma può tollerare una leggera ombra. Preferisce un terreno fertile e ben drenato. Una posizione protetta dal vento aiuta a mantenere le foglie delicate intatte.

2. Piantagione

Semina il basilico dopo l’ultima gelata primaverile, o inizia in vaso all’interno e poi trapianta all’esterno quando le temperature si stabilizzano.

3. Irrigazione

Annaffia regolarmente per mantenere il terreno umido, specialmente nei periodi di siccità. Tuttavia, evita l’eccesso d’acqua per prevenire malattie fungine.

4. potatura e raccolta

Pizzica le cime per incoraggiare una crescita più folta. Raccogli le foglie fresche secondo necessità per stimolare ulteriori crescita.


Queste sono solo alcune delle tante piante che possono essere utilizzate per respingere le zanzare. È importante notare che l’efficacia delle piante repellenti per zanzare può variare. In alcuni casi, potrebbe essere necessario combinare diverse piante o metodi per ottenere una protezione completa contro le zanzare.

Riferimenti

  • Mng’ong’o, FC, et al. “Repellent Plants Provide Affordable Natural Screening to Prevent Mosquito House Entry in Tropical Rural Settings—Results from a Pilot Efficacy Study.” PLoS One 6.10 (2011): e25927. PMC. Web. 12 Nov. 2023.
  • Entoadsadmologia.it. (n.d.). La zanzara comune (Culex Pipiens). ENTOMOLOGIA. Retrieved May 2, 2024, from https://entomologia.it/la-zanzara-comune-culex-pipiens/
  • Riccobene, R. (n.d.). Le specie principali. Retrieved May 2, 2024, from https://zanzare.ipla.org/index.php/it/specie-di-zanzare/le-specie-principali
  • Mng’ong’o, F. C., Sambali, J. J., Sabas, E., Rubanga, J., Magoma, J., Ntamatungiro, A. J., Turner, E. L., Nyogea, D., Ensink, J. H. J., & Moore, S. J. (n.d.). Repellent Plants Provide Affordable Natural Screening to Prevent Mosquito House Entry in Tropical Rural Settings—Results from a Pilot Efficacy Study. PLOS ONE6(10). https://doi.org/10.1371/journal.pone.0025927
  • Genetically Modified Mosquitoes. (2021, June 10). Gmo Free Florida. https://gmofreeflorida.org/genetically-modified-mosquitoes/
  • Shraddha, G., Desai, S., Mistry, J., & Ingalhalli, R. (2018, August 18). Efficacy of Leaves of Lantana Camara as Mosquito Repellent. Unknown. https://www.researchgate.net/publication/344295596_Efficacy_of_Leaves_of_Lantana_Camara_as_Mosquito_Repellent
  • Dua, V. K., Gupta, N. C., Pandey, A. C., & Sharma, V. P. (1996). Repellency of Lantana camara (Verbenaceae) flowers against Aedes mosquitoes. Journal of the American Mosquito Control Association12(3 Pt 1), 406–408.Kulma, M., Bubová, T., Kopecký, O., & Rettich, F. (2017, June 21). Lavender, eucalyptus, and orange essential oils as repellents against Ixodes ricinus females. Czech University of Life Sciences Prague. https://www.researchgate.net/publication/317831802_Lavender_eucalyptus_and_orange_essential_oils_as_repellents_against_Ixodes_ricinus_females
  • Holkar, S., Begde, D., Nashikkar, N., Kadam, T., & Upadhyay, A. (2013). Rhodomycin analogues from Streptomyces purpurascens: isolation, characterization and biological activities. SpringerPlus2(1), 93. https://doi.org/10.1186/2193-1801-2-93
  • Microencapsulation of citronella oil for mosquito-repellent application: Formulation and in vitro permeation studies. (n.d.). European Journal of Pharmaceutics and Biopharmaceutics80(1), 61–66. https://doi.org/10.1016/j.ejpb.2011.08.003
  • Jaenson, T. G. T., Garboui, S., & Palsson, K. (2006). Repellency of oils of lemon eucalyptus, geranium, and lavender and the mosquito repellent MyggA natural to Ixodes ricinus (Acari: Ixodidae) in the laboratory and field. Journal of Medical Entomology43(4), 731–736. https://doi.org/10.1603/0022-2585(2006)43[731:rooole]2.0.co;2Eucalyptus essential oil as a natural pesticide. (n.d.). Forest Ecology and Management256(12), 2166–2174. https://doi.org/10.1016/j.foreco.2008.08.008
Saremo felici se ci lasciassi un commento o una richiesta

Lascia un commento

Idee Piante
Logo
Confrontare elementi
  • Totale (0)
Confrontare
0