Il Fascino dell’Olivo: Coltivazione e Cura nel Bel Paese

L’olivo è una pianta iconica del Bel Paese, con una lunga tradizione di coltivazione e produzione di olio di oliva. In questa sezione, esploreremo la sua classificazione, le diverse varietà di olivo, le caratteristiche della pianta e le sue esigenze di coltivazione. Discuteremo anche l’importanza della luce, dell’irrigazione e della temperatura per la salute dell’olivo, oltre ad affrontare le principali malattie e problemi che possono colpire la pianta. Approfondiremo anche la concimazione e i nutrienti necessari per favorire una buona crescita dell’olivo. Infine, forniremo consigli pratici sulla coltivazione, la potatura e la cura dell’olivo, compresa la fioritura e la raccolta delle olive.

Cose da ricordare

  • L’olivo è una pianta iconica del Bel Paese, con una lunga tradizione di coltivazione e produzione di olio di oliva.
  • Esistono diverse varietà di olivo, ognuna con le proprie caratteristiche distintive.
  • L’olivo richiede una buona esposizione alla luce solare diretta e una corretta irrigazione per una crescita ottimale.
  • È importante monitorare la salute dell’olivo e intervenire prontamente in caso di malattie o problemi.
  • L’olio di oliva è ricco di antiossidanti e offre numerosi benefici per la salute umana.

Classificazione e Varietà dell’Olivo

L’olivo (Olea europaea) è una pianta appartenente alla famiglia delle Oleaceae e alla classe delle Magnoliopsida. Esistono diverse varietà di olivo, ognuna con le proprie caratteristiche distintive. La varietà più comune è l’oliva da tavola, utilizzata principalmente per il consumo diretto. Altre varietà sono coltivate per la produzione di olio di oliva extravergine. La scelta della varietà dipende spesso dalle preferenze regionali e dalle condizioni climatiche.

varietà dell'olivo

Varietà dell’Olivo

Varietà Caratteristiche
Leccino Dolce al gusto, utilizzata per olio di oliva e olive da tavola.
Frantoio Adatta per olio extravergine di oliva, dal sapore intenso e fruttato.
Pendolino Produzione di olio extravergine di oliva, con carattere leggermente amaro.

Queste sono solo alcune delle varietà di olivo più comuni. Ogni varietà presenta sottili differenze nel sapore, nell’aroma e nella resistenza alle malattie. È importante scegliere la varietà giusta in base alle preferenze di produzione e ai requisiti climatici del proprio terreno.

Classificazione dell’Olivo

  • Olea europaea: è la specie principale dell’olivo.
  • Olea europaea subsp. europaea: comprende le varietà europee di olivo.
  • Olea europaea subsp. cuspidata: comprende le varietà asiatiche di olivo.

La classificazione dell’olivo è fondamentale per comprendere le diverse varietà e le loro caratteristiche specifiche. Questa conoscenza aiuta gli olivicoltori a scegliere le migliori varietà per la loro produzione e a garantire una coltivazione di successo.

Caratteristiche dell’Olivo

L’olivo è una pianta straordinaria con caratteristiche che lo rendono unico nel suo genere. Esaminiamo da vicino la sua struttura e i requisiti di coltivazione che lo rendono un tesoro dell’agricoltura.

Struttura dell’Olivo

L’olivo è un albero sempreverde che può crescere fino a 10-15 metri di altezza. Ha una corona densa e ramificata, con foglie allungate e di colore verde scuro. La sua radice principale è profonda e si estende principalmente nella fascia superficiale del terreno. Questa struttura radicale consente all’olivo di assorbire l’acqua e i nutrienti necessari per la sua crescita.

Requisiti di Coltivazione

L’olivo richiede una buona esposizione alla luce solare diretta per la fotosintesi, ma può tollerare anche ombra parziale. È una pianta molto resistente alla siccità e può sopravvivere in condizioni di scarsa irrigazione. Tuttavia, per garantire una buona produzione di olive e olio di oliva, è importante fornire una quantità adeguata di acqua alla pianta. Inoltre, l’olivo richiede una temperatura moderata per crescere e fruttificare in modo ottimale.

Curiosità sull’Olivo

Le olive sono considerate la parte più pregiata dell’albero, utilizzate sia come olive da tavola che per la produzione di olio extravergine di oliva. La raccolta delle olive avviene in autunno, quando raggiungono la giusta maturazione. Le olive da tavola sono sottoposte a processi di conservazione o fermentazione per renderle commestibili, mentre l’olio extravergine di oliva viene ottenuto dalla spremitura a freddo delle olive, mantenendo intatto il loro sapore e le loro proprietà nutritive.

caratteristiche-olivo

Caratteristiche Descrizione
Tipo di pianta Albero sempreverde
Altezza 10-15 metri
Corona Densa e ramificata
Foglie Allungate e di colore verde scuro
Radici Profonde, si estendono nella fascia superficiale del terreno
Esposizione alla luce Diretta, ma tollera anche ombra parziale
Tolleranza alla siccità Elevata, ma richiede una quantità adeguata di acqua per una buona produzione di olive e olio di oliva
Temperatura Moderata per una crescita e fruttificazione ottimali

Malattie dell’Olivo e Trattamenti

L’olivo è suscettibile a diverse malattie che possono comprometterne la salute e la produzione di olive e olio extravergine di oliva. È importante riconoscere queste malattie e adottare misure preventive e curative per proteggere la pianta.

Mosca dell’olivo

Una delle principali preoccupazioni per gli olivicoltori è l’infestazione da mosca dell’olivo (Bactrocera oleae). Questi insetti si nutrono delle olive, provocando danni e rendendole inedibili. Per prevenire l’infestazione, è consigliabile utilizzare trappole adesive per catturare le mosche e rimuovere le olive cadute dal terreno. In caso di infestazione, è possibile utilizzare prodotti fitosanitari specifici per eliminare le mosche.

Rogna dell’olivo

La rogna dell’olivo (Spilocaea oleagina) è una malattia fungina che colpisce le foglie dell’olivo, causando macchie scure e deformazioni. Per prevenire la rognatura, è importante praticare una potatura regolare per aumentare la circolazione dell’aria e ridurre l’umidità. In caso di infezione, è possibile trattare la pianta con fungicidi specifici.

Tubercolosi dell’olivo

La tubercolosi dell’olivo (Pseudomonas savastanoi pv. savastanoi) è una malattia batterica che provoca l’insorgenza di escrescenze nodulari sulle foglie, i rami e il tronco dell’olivo. Per prevenire la diffusione della malattia, è importante rimuovere e bruciare le parti infette della pianta. In caso di infezione diffusa, può essere necessario utilizzare prodotti fitosanitari specifici.

Malattia Sintomi Trattamento
Mosca dell’olivo Olive compromesse e inedibili Utilizzo di trappole adesive e prodotti fitosanitari specifici
Rogna dell’olivo Macchie scure e deformazioni sulle foglie Potatura regolare e trattamento con fungicidi specifici
Tubercolosi dell’olivo Escrescenze nodulari sulle foglie, i rami e il tronco Rimozione e bruciatura delle parti infette, utilizzo di prodotti fitosanitari specifici

La salute dell’olivo è fondamentale per la produzione di olive di alta qualità. Monitorare regolarmente la pianta e adottare misure preventive e curative può aiutare a prevenire l’insorgenza di malattie e garantire una buona resa di olive e olio extravergine di oliva.

Concimazione e Nutrienti per l’Olivo

L’olivo è una pianta che richiede una corretta concimazione per garantire una crescita sana e una buona produzione di olive. L’apporto di nutrienti adeguati è fondamentale per favorire lo sviluppo della pianta e la qualità del raccolto. I nutrienti essenziali per l’olivo includono azoto, fosforo, potassio, magnesio e altri elementi come zinco, ferro e manganese. È importante fornire un bilanciamento corretto di questi nutrienti per assicurare una crescita ottimale dell’olivo.

La concimazione dell’olivo può avvenire attraverso l’utilizzo di fertilizzanti organici e inorganici. I fertilizzanti organici, come il letame e il compost, apportano nutrienti in maniera graduale e favoriscono anche il miglioramento della struttura del terreno. I fertilizzanti inorganici, come i concimi chimici, possono essere utilizzati per fornire una quantità specifica di nutrienti in base alle esigenze della pianta.

La frequenza e la quantità di concime da utilizzare dipendono dalle caratteristiche del terreno e dalle condizioni di crescita dell’olivo. È consigliabile monitorare regolarmente il livello di nutrienti nel terreno e apportare eventuali correzioni se necessario. Inoltre, è importante considerare anche altri fattori come la stagione e lo stadio di sviluppo dell’olivo per determinare le dosi e le modalità di somministrazione del concime.

Tipo di Nutriente Benefici Fonti di Nutriente
Azoto Promuove la crescita vegetativa della pianta e favorisce la produzione di foglie e rami Fertilizzanti azotati come nitrato di ammonio o urea
Fosforo Stimola la formazione dei fiori, la fruttificazione e la formazione di radici Fertilizzanti fosfatici come fosfato diammonico o superfosfati
Potassio Aumenta la resistenza della pianta agli stress ambientali e favorisce la qualità delle olive Fertilizzanti potassici come solfato di potassio o cloruro di potassio
Magnesio Partecipa alla sintesi clorofilliana e favorisce la fotosintesi delle foglie Fertilizzanti contenenti magnesio come solfato di magnesio o ossido di magnesio

In conclusione, la concimazione e l’apporto corretto di nutrienti sono fondamentali per una buona coltivazione dell’olivo. Monitorando attentamente le esigenze della pianta e fornendo gli elementi nutritivi necessari, è possibile favorire una buona crescita dell’olivo e ottenere un raccolto di olive di qualità.

Coltivazione e Potatura dell’Olivo

L’olivo è una pianta che richiede cure costanti e una corretta coltivazione per garantire una buona produzione di olive e olio extravergine di oliva. Per coltivare con successo un olivo, è importante seguire alcune linee guida e pratiche di coltivazione. La distanza di piantagione tra gli alberi è fondamentale per consentire un’adeguata espansione delle radici e per evitare la competizione per la luce solare e i nutrienti.

La potatura regolare dell’olivo è essenziale per mantenere la forma e la struttura dell’albero, stimolare la crescita dei rami e favorire una buona produzione di olive. La potatura invernale, quando l’albero è in riposo vegetativo, è il momento ideale per effettuare la potatura. Durante la potatura, è importante rimuovere i rami danneggiati, malati o morti, così come i succhioni che crescono dalla base dell’albero. La potatura può essere anche utile per ridurre l’ombreggiamento e migliorare la circolazione dell’aria all’interno della chioma dell’olivo.

Un’altra pratica importante nella coltivazione dell’olivo è la concimazione. L’olivo ha bisogno di un apporto adeguato di nutrienti per una crescita sana e una buona produzione di olive. L’uso di concimi organici o inorganici può fornire al terreno i nutrienti necessari. È importante monitorare regolarmente il livello di nutrienti nel terreno e apportare eventuali correzioni o integrazioni di nutrienti se necessario. Una concimazione equilibrata può favorire una buona fioritura, la formazione di frutti e la salute generale dell’albero.

coltivazione-olivo

Tabella comparativa: Benefici della potatura regolare dell’olivo

Benefici Potatura regolare Mancanza di potatura
Promuove una buona produzione di olive
Migliora la circolazione dell’aria all’interno della chioma
Previene l’ombreggiamento dei rami inferiori
Riduce il rischio di malattie e parassiti

La coltivazione e la potatura dell’olivo richiedono impegno e attenzione, ma seguendo le giuste pratiche e fornendo le cure necessarie, è possibile ottenere una buona produzione di olive e olio extravergine di oliva di alta qualità.

Fioritura e Raccolta dell’Olivo

L’olivo fiorisce durante la primavera, di solito tra aprile e maggio. Questo è un periodo di grande bellezza, quando l’albero si copre di piccoli fiori bianchi che emanano un delicato profumo. Durante la fioritura, l’albero è molto sensibile alle condizioni meteorologiche, in particolare alle gelate tardive, che possono danneggiare i fiori e ridurre la quantità di olive prodotte. Per minimizzare questo rischio, è importante scegliere le varietà di olivo che meglio si adattano al clima della tua zona e prendere le misure necessarie per proteggere l’albero durante i periodi di gelo.

La raccolta delle olive avviene in autunno, di solito tra ottobre e novembre. Questo è un momento di grande attività, quando gli alberi sono carichi di olive mature pronte per essere raccolte. La raccolta può essere fatta manualmente o meccanicamente, a seconda delle dimensioni dell’oliveto e delle preferenze del produttore. La raccolta manuale è un lavoro laborioso, ma permette una maggiore selezione delle olive di alta qualità. La raccolta meccanica è più rapida ed efficiente, ma può comportare la raccolta di olive di qualità inferiore o danneggiarle durante il processo.

Una volta raccolte, le olive vengono lavorate per ottenere l’olio extravergine di oliva. Questo è un processo che richiede cura e attenzione per garantire la massima qualità dell’olio. Le olive vengono lavate, sgranate e macinate per ottenere una pasta, che viene poi pressata per estrarre l’olio. L’olio viene quindi separato dall’acqua e dagli altri solidi attraverso il processo di decantazione e filtraggio. Il risultato finale è un olio di oliva puro, di alta qualità, pronto per essere gustato e apprezzato.

La fioritura dell’olivo

La fioritura dell’olivo è un momento di grande bellezza e importanza per l’albero. Durante questo periodo, gli alberi si coprono di piccoli fiori bianchi che emanano un delicato profumo. La fioritura è anche un momento critico per la produzione di olive, poiché i fiori devono essere impollinati per formare i frutti. L’impollinazione può avvenire attraverso l’azione del vento o attraverso l’aiuto degli insetti impollinatori, come le api. È importante creare un ambiente favorevole all’impollinazione, fornendo agli insetti il cibo e il rifugio di cui hanno bisogno.

La raccolta delle olive

La raccolta delle olive è un momento di grande lavoro e di grande gioia per i coltivatori di olivi. È importante scegliere il momento giusto per la raccolta, quando le olive sono mature e pronte per essere consumate o trasformate in olio. Durante la raccolta, le olive vengono staccate dagli alberi e raccolte in contenitori. Questo può essere fatto manualmente, utilizzando pettini o con l’aiuto di macchine speciali. Dopo la raccolta, le olive vengono lavate, selezionate e preparate per il processo di trasformazione.

Mesi Attività
Aprile – Maggio Fioritura dell’olivo
Ottobre – Novembre Raccolta delle olive

Problemi Comuni dell’Olivo e Soluzioni

Nella coltivazione dell’olivo possono sorgere diversi problemi che richiedono una cura adeguata per garantire la salute e la produttività della pianta. Questi problemi possono essere causati da malattie, parassiti o carenze di nutrienti. Di seguito sono riportati alcuni dei problemi più comuni dell’olivo e le relative soluzioni.

Mosca dell’olivo:

La mosca dell’olivo è un parassita comune che può causare danni alle olive. Per prevenire l’infestazione, è consigliabile utilizzare trappole a feromoni per attirare e catturare le mosche. In caso di infestazione, è necessario intervenire con l’uso di prodotti fitosanitari specifici per eliminare le mosche e proteggere le olive.

Esposizione al gelo:

L’esposizione al gelo può danneggiare l’olivo e ridurre la sua produttività. Per proteggere la pianta dal gelo, è consigliabile coprire l’albero con tessuti o coperture speciali durante i periodi di temperatura estremamente bassa. È anche possibile utilizzare sistemi di irrigazione a goccia per generare calore attraverso l’evaporazione dell’acqua e proteggere l’olivo dalla gelata.

Carenze di nutrienti:

Le carenze di nutrienti possono influire negativamente sulla crescita dell’olivo e sulla qualità delle olive. È importante fornire una corretta concimazione utilizzando fertilizzanti specifici per l’olivo. Monitorare regolarmente i livelli di nutrienti nel terreno e apportare eventuali correzioni se necessario. L’apporto bilanciato di azoto, fosforo, potassio e altri nutrienti essenziali aiuta a promuovere una buona crescita e una produzione sana di olive.

Problema Soluzione
Mosca dell’olivo Utilizzare trappole a feromoni e prodotti fitosanitari specifici
Esposizione al gelo Coprire l’albero con tessuti o coperture speciali
Carenze di nutrienti Fornire una corretta concimazione con fertilizzanti specifici

cura-olivo

Benefici dell’Olio di Oliva

L’olio di oliva offre una vasta gamma di benefici per la salute umana. Grazie alla sua composizione ricca di antiossidanti, vitamine e acidi grassi sani, l’olio di oliva è considerato un alimento prezioso per una dieta equilibrata e uno stile di vita sano. Ecco alcuni dei principali benefici derivanti dal consumo di olio di oliva:

  1. Protezione cardiovascolare: L’olio di oliva extravergine è noto per il suo effetto protettivo sul sistema cardiovascolare. Il suo contenuto di acidi grassi monoinsaturi contribuisce a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) e a mantenere il colesterolo buono (HDL) a livelli sani. Questo può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari come l’aterosclerosi e l’ipertensione.
  2. Azione antinfiammatoria: Grazie ai suoi antiossidanti, l’olio di oliva può aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo. L’infiammazione cronica è associata a numerose patologie, tra cui malattie cardiache, diabete e alcune forme di cancro. L’olio di oliva può svolgere un ruolo nell’aiutare a prevenire queste condizioni grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.
  3. Protezione dalle malattie neurodegenerative: Alcune ricerche suggeriscono che l’olio di oliva possa contribuire a proteggere il cervello e ridurre il rischio di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il morbo di Parkinson. Gli antiossidanti presenti nell’olio di oliva possono contrastare lo stress ossidativo e l’infiammazione, due fattori che possono contribuire allo sviluppo di queste patologie.
  4. Regolazione del sistema immunitario: L’olio di oliva contiene sostanze che possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario e a proteggere l’organismo dalle infezioni. Gli antiossidanti e gli acidi grassi presenti nell’olio di oliva possono svolgere un ruolo nella modulazione della risposta immunitaria e nella protezione contro batteri, virus e altri patogeni.

L’olio di oliva offre numerosi benefici per la salute umana, grazie alla sua composizione ricca di antiossidanti, vitamine e acidi grassi sani.

È importante notare che i benefici dell’olio di oliva possono variare a seconda della qualità e della provenienza dell’olio. Per ottenere i massimi benefici, è consigliabile utilizzare olio di oliva extravergine di alta qualità, ottenuto da olive appena raccolte e prodotto secondo metodi tradizionali. L’olio di oliva può essere utilizzato sia come condimento per insalate, verdure e piatti freddi, sia come ingrediente principale nella preparazione di varie ricette.

Olio di Oliva

Tabella: Benefici dell’Olio di Oliva

Benefici Descrizione
Protezione cardiovascolare L’olio di oliva può contribuire a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) e a mantenere il colesterolo buono (HDL), proteggendo così il sistema cardiovascolare.
Azione antinfiammatoria Grazie ai suoi antiossidanti, l’olio di oliva può aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo, contribuendo a prevenire malattie croniche.
Protezione dalle malattie neurodegenerative L’olio di oliva può svolgere un ruolo nella protezione del cervello e nella riduzione del rischio di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il morbo di Parkinson.
Regolazione del sistema immunitario Il consumo di olio di oliva può contribuire a rafforzare il sistema immunitario e proteggere l’organismo dalle infezioni.

Olive da Tavola e Olio Extravergine di Oliva

Le olive da tavola e l’olio extravergine di oliva sono due prodotti distinti, ma entrambi derivano dall’albero dell’ulivo. Le olive da tavola sono raccolte durante la fase di maturazione e vengono sottoposte a processi di conservazione o fermentazione per renderle commestibili. Esistono diverse varietà di olive da tavola, ognuna con il proprio sapore e consistenza unica. Alcune delle varietà più comuni includono le olive verdi, le olive nere e le olive ripiene, che possono essere farcite con formaggio, peperoni o altre delizie.

L’olio extravergine di oliva, d’altra parte, viene ottenuto dalla spremitura a freddo delle olive. È la massima qualità di olio di oliva e viene apprezzato per il suo sapore ricco e aromatico. L’olio extravergine di oliva ha una vasta gamma di usi in cucina, dalla preparazione di condimenti per insalate e marinature alla cottura di piatti caldi. È noto per i suoi benefici per la salute, grazie al suo contenuto di antiossidanti e acidi grassi sani.

È importante notare che le olive da tavola e l’olio extravergine di oliva hanno caratteristiche e utilizzi diversi. Le olive da tavola sono perfette come antipasto o come ingrediente per insalate e piatti freddi. Possono aggiungere un tocco di sapore e croccantezza a molti piatti. D’altra parte, l’olio extravergine di oliva è uno degli ingredienti chiave della cucina mediterranea ed è ampiamente utilizzato per la cottura a bassa e alta temperatura, nonché come condimento per insalate e piatti freddi.

Tipo di olive Descrizione
Olive verdi Olive raccolte durante la fase di maturazione precoce, con un sapore leggermente amaro e una consistenza soda.
Olive nere Olive mature raccolte nella fase finale di maturazione, con un sapore più dolce e una consistenza morbida.
Olive ripiene Olive farcite con formaggio, peperoni o altre delizie per aggiungere un tocco di sapore unico.

Quando si sceglie tra olive da tavola e olio extravergine di oliva, dipende dal tipo di piatto che si desidera preparare e dal sapore che si cerca di ottenere. Entrambi offrono un’ampia varietà di opzioni culinarie per esplorare e sperimentare.

Conclusione

L’olivo è una pianta iconica del Bel Paese, che rappresenta una parte importante della nostra cultura e tradizione. Durante questa guida, abbiamo esplorato diversi aspetti legati alla coltivazione e alla cura dell’olivo, nonché alla produzione dell’olio di oliva.

Abbiamo visto come l’olivo richieda una buona esposizione alla luce solare, una corretta irrigazione e una temperatura moderata per una crescita ottimale. Inoltre, abbiamo affrontato le principali malattie che possono colpire l’olivo e i relativi trattamenti necessari per curarle. La concimazione e l’apporto adeguato di nutrienti sono fondamentali per una buona produzione di olive e olio di oliva.

Abbiamo anche discusso l’importanza della potatura regolare e dei metodi corretti per favorire una corretta struttura e una buona produzione di olive. Infine, abbiamo esplorato i benefici per la salute dell’olio di oliva e le differenze tra le olive da tavola e l’olio extravergine di oliva.

Speriamo che questa guida ti sia stata utile per comprendere meglio l’olivo e l’olio di oliva, e che possa servire da punto di partenza per la tua avventura nella coltivazione e nella cura di questa pianta meravigliosa del Bel Paese.

FAQ

Quali sono le varietà di olivo più comuni?

Le varietà di olivo più comuni sono l’oliva da tavola e quelle utilizzate per la produzione di olio di oliva extravergine.

Quanto sole ha bisogno l’olivo?

L’olivo richiede una buona esposizione alla luce solare diretta per la fotosintesi, ma può tollerare anche ombra parziale.

Di cosa ha bisogno l’olivo per una buona crescita?

L’olivo ha bisogno di una temperatura moderata, di una buona quantità di acqua e di una corretta concimazione per una buona crescita.

Quali malattie possono colpire l’olivo?

L’olivo può essere colpito da malattie come la mosca dell’olivo, la rogna dell’olivo e la tubercolosi dell’olivo.

Come posso prevenire le malattie dell’olivo?

È possibile prevenire le malattie dell’olivo utilizzando prodotti fitosanitari e adottando una potatura regolare.

Quali sono i nutrienti essenziali per l’olivo?

I nutrienti essenziali per l’olivo includono azoto, fosforo, potassio, magnesio e altri elementi come zinco, ferro e manganese.

Quando devo potare l’olivo?

È consigliabile potare l’olivo durante i mesi invernali, quando la pianta è in stato di riposo vegetativo.

Quando fiorisce l’olivo?

L’olivo fiorisce durante la primavera, di solito tra aprile e maggio.

Quando avviene la raccolta delle olive?

La raccolta delle olive avviene in autunno, di solito tra ottobre e novembre.

Quali sono i problemi comuni dell’olivo?

I problemi comuni dell’olivo includono l’attacco di parassiti, l’esposizione al gelo e la carenza di nutrienti.

Quali sono i benefici dell’olio di oliva?

L’olio di oliva è ricco di antiossidanti, vitamine e acidi grassi sani. Ha proprietà cardio-protettive, anti-infiammatorie e antiossidanti.

Qual è la differenza tra le olive da tavola e l’olio extravergine di oliva?

Le olive da tavola sono raccolte durante la fase di maturazione e sottoposte a processi di conservazione o fermentazione. L’olio extravergine di oliva viene ottenuto dalla spremitura a freddo delle olive.

Link alle fonti

Saremo felici se ci lasciassi un commento o una richiesta

Lascia un commento

Idee Piante
Logo
Confrontare elementi
  • Totale (0)
Confrontare
0