Ficus elastica – guida alla cura, la coltivazione, la concimazione. Inoltre: classificazione e varietà della pianta di gomma

Il Ficus elastica, comunemente conosciuto come “pianta di gomma“, ma anche come “ficus gommoso” o “ficus elastico”, è una pianta da interno molto popolare per la sua bellezza e resistenza.

Questa guida fornirà informazioni sulla classificazione della pianta, le varietà disponibili, le sue caratteristiche distintive, i requisiti di coltivazione, la luce e l’irrigazione necessarie, le temperature e l’umidità ottimali, il terreno e il drenaggio adatti, la concimazione, la coltivazione in idrocoltura, la potatura, la tossicità e altri importanti dettagli sulla cura del Ficus elastica.

Classificazione e caratteristiche del Ficus elastica

Il Ficus elastica, appartenente al genere Ficus e alla famiglia delle Moraceae, è una pianta sempreverde originaria dell’Asia tropicale, spesso utilizzzata come pianta ornamentale ed ampiamente apprezzata per la sua bellezza e resistenza.

La classificazione completa del Ficus elastica comprende il regno Plantae, la divisione Magnoliophyta, la classe Magnoliopsida, l’ordine Rosales, la famiglia Moraceae e il genere Ficus elastica. Comprendere la classificazione botanica di questa pianta può aiutare a comprendere meglio le sue caratteristiche distintive e i suoi requisiti di cura.

Il Ficus elastica si caratterizza per le sue foglie grandi, spesse e lucide, che presentano una forma ovale o a lancia. A seconda della varietà, le foglie possono essere di colore verde scuro o sfumature di verde più chiare. Con la sua crescita vigorosa e i fusti robusti, il Ficus elastica può raggiungere altezze considerevoli.

Classificazione del Ficus elastica

Varietà di Ficus elastica

Il Ficus elastica presenta una vasta gamma di varietà, ognuna con le sue caratteristiche uniche. Le varietà più comuni includono:

  • Ficus elastica “Tineke”: questa varietà ha foglie di colore verde e crema, che creano un piacevole contrasto visivo.
  • Ficus elastica “Ruby”: le sue foglie sono di un bel colore rosso intenso, dando alla pianta un aspetto vivace e accattivante.
  • Ficus elastica “Burgundy”: questa varietà si distingue per le sue foglie di colore viola scuro, che conferiscono un tocco di eleganza e originalità.

Oltre a queste varietà, esistono molte altre varianti di Ficus elastica disponibili sul mercato. Alcune varietà presentano foglie più grandi o frastagliate, mentre altre possono avere una diversa combinazione di colori. La scelta della varietà dipenderà dai gusti personali e dallo stile di arredamento desiderato.

Varietà di Ficus elastica

Caratteristiche del Ficus elastica

Una delle principali caratteristiche del Ficus elastica è rappresentata dalle foglie grandi, spesse e lucide, che conferiscono alla pianta un aspetto rigoglioso e “robusto”. Il colore delle foglie può variare dal verde scuro al verde intenso, a seconda della varietà.

In termini di dimensioni, questa pianta è in grado di raggiungere altezze considerevoli (se coltivata in vaso fino a 3 metri; se coltivata all’esterno fino a 30 metri) con fusti robusti che ne sostengono la crescita.

Requisiti di luce per il Ficus elastica

Il Ficus elastica è un’ottima pianta da interno grazie alla sua capacità di adattarsi a differenti condizioni di luce; può tollerare sia la luce indiretta che quella parzialmente ombreggiata; va invece evitata l’esposizione diretta al sole, che potrebbe causare bruciature alle foglie.

Il Ficus elastica richiede una corretta esposizione alla luce per garantire la sua crescita e salute ottimali. La pianta si adatta bene a una varietà di condizioni luminose, ma preferisce la luce indiretta o parzialmente ombreggiata. L’esposizione diretta al sole può danneggiare le foglie e causare scottature.

È consigliabile posizionare la pianta in una stanza luminosa senza raggi solari diretti. Se la luce naturale non è sufficiente, è possibile aiutare la pianta con l’illuminazione artificiale. Le lampade fluorescenti o a LED possono essere utilizzate per fornire la giusta quantità di luce necessaria al Ficus elastica. Se sei interessato all’idea dell’illuminazione artificiale leggi il nostro articolo sulle lampade per piante indoor.

Se si utilizzano lampade, assicurarsi di posizionarle a una distanza adeguata dalla pianta per evitare scottature o danni alle foglie. È anche importante evitare di posizionare la pianta vicino a fonti di calore come termosifoni o stufe, che potrebbero seccare troppo l’aria intorno alla pianta.

È importante tenere presente che ogni pianta può avere esigenze di luce leggermente diverse in base alla varietà e all’ambiente in cui viene coltivata. Quindi vale sempre il principio di osservare attentamente la pianta e regolare le condizioni di luce di conseguenza per garantire il suo benessere.

Continua a leggere questa guida per scoprire i requisiti di irrigazione per il Ficus elastica.

Requisiti di luce per il Ficus elastica

Requisiti di irrigazione per il Ficus elastica

Per mantenere il Ficus elastica sano e rigoglioso è importante annaffiarlo adeguatamente: questa pianta ama il terreno umido, ma non sopporta l’eccesso di acqua.

Ecco quindi alcuni consigli per la corretta irrigazione del Ficus elastica:

  1. Innaffia la pianta solo quando il terreno in superficie e poco sotto è asciutto al tatto. Controlla l’umidità del terreno inserendo un dito nel suolo fino a circa 5 cm di profondità. Se senti il terreno asciutto, è il momento di innaffiare.
  2. Assicurati che il vaso abbia un buon drenaggio per evitare il ristagno dell’acqua. L’acqua in eccesso può causare marciume delle radici e danneggiare la pianta. Assicurati che il fondo del vaso sia dotato di fori per il drenaggio o aggiungi uno strato di ghiaia sul fondo del vaso prima di mettere il terreno.
  3. Evita di annaffiare troppo. Il Ficus elastica preferisce un’irrigazione moderata piuttosto che un’eccessiva umidità costante. Se lasci il terreno costantemente bagnato le radici potrebbero soffocare e la pianta potrebbe sviluppare tutta una serie di problemi che è meglio evitare!
  4. Tieni conto delle stagioni: riduci le annaffiature a una volta ogni quindici giorni durante i mesi invernali; porta il numero di annaffiature ad 1 ogni 2-3 settimane in autunno; aumenta la frequenza di irrigazione a 1 o 2 volte alla settimana in primavera ed estate, quando la pianta ha bisogno di più acqua per sostenere la sua crescita attiva.
Requisiti di irrigazione per il Ficus elastica

Tieni presente che questi sono solo consigli generali e la frequenza di irrigazione può variare in base alle condizioni specifiche della tua pianta, come la dimensione del vaso, la temperatura e l’umidità dell’ambiente circostante quindi, anche per quanto riguarda l’acqua da fornire alla pianta monitora sempre attentamente il terreno e le condizioni della pianta per determinare quando è necessario annaffiare.

Temperatura e umidità adatte per il Ficus elastica

La pianta di gomma (un altro nome che si da al Ficus elastica, ricordiamo) predilige temperature moderate, comprese tra i 18°C e i 24°C. Temperature inferiori a 15°C (e luoghi con correnti d’aria fredde) potrebbero danneggiare la pianta.

È importante anche evitare l’aria eccessivamente secca, soprattutto nei mesi invernali (a causa del clima e dell’uso eccessivo che a volte si fa dell’impianto di riscaldamento) che potrebbe far diventare secche le foglie e far soffrire la pianta.

Per aumentare un po’ l’umidità nella zona della pianta si possono adottare alcune tecniche come il posizionamento della pianta su un vassoio con ciottoli umidi, o l’utilizzo di umidificatori per aumentare l’umidità dell’aria intorno al Ficus elastica.

Temperatura e umidità adatte per il Ficus elastica

Terriccio e drenaggio per il Ficus elastica

Il Ficus elastica richiede un terriccio ben drenatoche permetta il rapido sgrondo dell’acqua in eccesso. Un terreno insufficientemente drenato può portare al marciume delle radici o ad asfissia radicale, compromettendo la salute della pianta.

Per garantire un corretto drenaggio, è consigliabile utilizzare un terriccio universale misto a sabbia di fiume non calcarea e materiali inerti come argilla espansa o pietra pomice. Questi materiali aiutano a mantenere il terreno leggero e poroso, consentendo all’acqua in eccesso di defluire facilmente. Altrimenti è anche possibile orientarsi verso del terriccio drenante.

Qualsiasi terriccio si decida di utilizzare è importante:

  • assicurarsi che i vasi abbiano fori di drenaggio sufficienti per consentire all’acqua in eccesso di fuoriuscire;
  • evitare di lasciare l’acqua stagnante nel sottovaso, svuotandolo regolarmente dopo l’irrigazione.
Terriccio e drenaggio per il Ficus elastica

Concimazione del Ficus elastica

La concimazione fornisce i nutrienti necessari per la crescita sana della pianta. Durante la stagione di crescita, che va dalla primavera all’estate, si consiglia di utilizzare un concime specifico per piante verdi o per piante grasse. Questi concimi contengono una combinazione equilibrata di nutrienti essenziali come azoto (N), fosforo (P) e potassio (K), che favoriscono la produzione di nuovi germogli e promuovono la salute generale della pianta. Se ti puo’ interessare abbiamo scritto un articolo/recensione sui concimi per piante da interno, lo trovi qui.

È importante seguire le istruzioni sulla confezione per quanto riguarda la quantità e la frequenza di applicazione del concime. In generale, è consigliabile:

  • diluire il concime nella quantità di acqua raccomandata;
  • applicare il concime sul terreno intorno alla base della pianta;
  • evitare di applicare il concime direttamente sulle foglie o sul fusto, in quanto potrebbe causare bruciature o danni alle piante;
  • durante la stagione di crescita, quindi in primavera ed estate, concimare una volta al mese;
  • durante la stagione invernale, quando il Ficus elastica è in fase di riposo, è consigliabile ridurre o sospendere completamente la concimazione: la pianta richiede meno nutrienti durante questo periodo e l’applicazione di concime potrebbe sovraccaricare le radici.
Concimazione del Ficus elastica

Coltivazione del Ficus elastica

Il Ficus elastica può essere coltivato sia in interni che in esterni, a seconda delle condizioni climatiche: nel Sud Italia, dove la temperatura non scende mai sotto lo zero è pensabile che la pianta sopravviva all’inverno. Nel Nord Italia non mi sentirei di consigliare di fargli passare l’inverno all’esterno.

In interni, posizionare la pianta in una stanza luminosa senza raggi solari diretti. Per la coltivazione in interni, scegliere un vaso con un buon drenaggio per evitare ristagni d’acqua che potrebbero danneggiare le radici. Riempire il vaso con un terriccio ben drenato, miscelato con sabbia di fiume non calcarea e materiali inerti come argilla espansa o pietra pomice. Questo permetterà all’acqua in eccesso di drenare rapidamente dal terreno. Effettuare il rinvaso ogni 2-3 anni o quando necessario.

All’esterno, coltivare la pianta in una posizione parzialmente ombreggiata. Assicurarsi di fornire alla pianta spazio sufficiente per crescere e svilupparsi. Assicurarsi che il terreno sia ben drenato per evitare il ristagno d’acqua. Durante l’estate, le piogge frequenti possono saturare il terreno, quindi assicurarsi di controllare che il terreno si asciughi leggermente tra un’irrigazione e l’altra.

Se gestito in modo attento, il Ficus carica può beneficiare dall’essere portato all’aperto in estate, quando le temperature sono sufficientemente calde. Inizia mettendo la tua pianta in un luogo molto ombreggiato per due settimane. Quindi, nell’arco di altre due settimane, concedi gradualmente alla pianta più tempo alla luce parziale, quindi alla luce indiretta. Tuttavia ricorda che la pianta di gomma non dovrebbe mai essere esposta alla luce solare diretta. Riporta il Ficus elastica in casa in autunno prima che le temperature notturne scendano sui 10°C..

Potatura

Se la pianta dovesse assumere una forma che non ti piace puoi procedere con una potatura al fine di contenerne le dimensioni. Durante lai potatura è consigliato:

  • indossare dei guanti protettivi perché la linfa contenuta nella pianta è tossica e può causare irritazioni alla pelle e agli occhi;
  • fare attenzione a non tagliare più foglie o rami dello stretto necessario, per i motivi esposti sopra.

Problemi (e soluzioni) con il ficus elastica

Ficus elastica - guida alla cura, la coltivazione, la concimazione. Inoltre: classificazione e varietà della pianta di gomma
Cocciniglia sulle foglie della pianta di Ficus Elastica

Alcune cose da fare e da ricordare per mantenere la pianta in buona salute:

  • Evitare di spezzare o tagliare le foglie o i rami: in tal caso la pianta perderebbe la linfa e questo può indebolirla e favorire la comparsa di malattie;
  • Tenere pulite le foglie con un panno umido, ma senza strofinarle troppo energicamente: questo favorisce la fotosintesi e la crescita delle piante;
  • Nel effetturare la potatura o il rinvaso fare attenzione a non roviare le radici: queste rappresentano il punto di forza della pianta;
  • Infestazioni di acari, afidi, Cocciniglia, e altri insetti possono portare enormi danni alla pianta e quindi vanno trattati tempestivamente. Ogni occasione che hai di guardare la pianta poni attenzione e guarda se vedi questi ospiti indesiderati! Nel caso di Cocciniglia consiglio di passare un panno sulle foglie dopo averci spruzzato sopra dell’Olio di Neem.
  • Se la pianta non dovesse crescere in verticale sarà sufficiente fornirgli un supporto con uno stecco o una gabbia

Tossicità

È essenziale tenere presente che il Ficus elastica è tossico per gli animali domestici, quindi è importante evitare che ingeriscano le foglie.

Per evitare il rischio di avvelenamento è consigliabile posizionare la pianta in un luogo inaccessibile ai bambini e agli animali domestici. L’ingestione delle foglie può causare svariati problemi, tra cui disturbi digestivi.

Coltivazione del Ficus elastica

Conclusione e sintesi

Il Ficus elastica, o pianta di gomma, è una pianta – essenzialmente una pianta da interno – di facile coltivazione e resistente agli stress esterni. Con le giuste cure può rendere piacevolmente verde un ambiente in modo assolutamente elegante e poco dispendioso. Idealmente posiziona la in una zona luminosa, ma senza luce solare diretta, in modo da evitare danni alle foglie e gestire l’irrigazione senza lasciare ristagnare l’acqua nel terreno.

Per quanto riguarda il terreno, opta per un substrato ben drenato che permetta all’acqua di scolare rapidamente.

Durante la stagione di crescita, è necessario fornire al Ficus elastica una concimazione regolare utilizzando un concime specifico per piante verdi o grasse. Ricorda di ridurre o sospendere la concimazione durante i mesi invernali, quando la pianta è in fase di riposo.

Infine, assicurarsi di coltivare questa pianta in un luogo sicuro e lontano dalla portata degli animali.

Saremo felici se ci lasciassi un commento o una richiesta

Lascia un commento

Idee Piante
Logo
Confrontare elementi
  • Totale (0)
Confrontare
0